Benvenuti nella Parrocchia di San Siro a Canobbio


Attualità

 

In questa settimana vi invitiamo a partecipare alla Novena di Lourdes con la preghiera del Santo Rosario (venerdì la Coroncina) recitata prima delle Sante Messe.

 

Sabato prossimo si celebra la Memoria della Beata Vergine Maria di Lourdes. Il Santo Rosario per i malati verrà recitato in chiesa alle ore 17.00. Anche la Santa Messa prefestiva, alle ore 17.30, sarà celebrata per l’intenzione di tutti gli infermi.

 

Domenica 12 febbraio concludiamo le celebrazioni dedicate alla Beata Vergine con la recita del Santo Rosario presso la Grotta di Lourdes (in via Tesserete) alle ore 16.00.

 

In questa settimana non ci saranno gli incontri di catechismo

per i cresimandi.


Ricordi del Pellegrinaggio diocesano a Lourdes

Anche quest’anno don Tommaso mi ha chiesto di scrivere due righe sul pellegrinaggio diocesano che si è tenuto nel mese di agosto a Lourdes e al quale ho partecipato con altri tre compaesani. Mi sono posta la domanda: cosa posso raccontare ancora di questa cittadina ai piedi dei Pirenei dove è avvenuta nel 1858 l’apparizione della Madonna a Bernadette, e del pellegrinaggio che viene organizzato ogni anno?

Per la seconda volta purtroppo si è svolto senza ammalati, con circa 70 partecipanti. Come sono stati quei giorni? Senz’altro intensi, con tante emozioni come solo Lourdes sa dare. Nonostante si trascorra l’anno impegnandoci a vivere profondamente la nostra fede frequentando la santa Messa, pregando, leggendo e meditando il Vangelo, facendo volontariato e lavorando attivamente in parrocchia, penso che ognuno di noi abbia bisogno di ritagliarsi qualche giorno da trascorrere in un luogo particolare, meditando sulla propria vita, sul senso che vogliamo dare ad ogni nostro giorno, traendo forza per mettere in pratica uno degli insegnamenti di Gesù: amare e mettersi al servizio del prossimo. Per me Lourdes è uno di questi luoghi.

I miei giorni a Lourdes: ho partecipato alle funzioni come da programma, ho avuto più tempo libero per sostare alla Grotta, pregare nella Cappella dell’Adorazione, riflettere, accendere le candele ma anche tempo per un caffè, un aperitivo, un gelato, persino per fare un giro panoramico con un trenino e visitare il museo della “Piccola Lourdes”, cosa che volevo fare da tempo. Tutto bello, tutto pieno di emozioni, di serenità, di pace. Però ….. però qualcosa mi mancava.

Alla sera nella mia mente si affacciavano immagini della giornata, in particolare i volontari che trainavano le voitures, spingevano le carrozzine. Li rivedevo per le strade di Lourdes, diretti al Santuario, li vedevo alle funzioni, attenti a soddisfare ogni esigenza degli ammalati, li vedevo alle processioni. Non erano tantissimi, non come precedentemente alla pandemia, ma c’erano, come c’era la mia voglia di essere al loro posto. Ecco cosa mi mancava. Mi coricavo felice e sì anche stanca, tanto da chiedermi come facevo gli altri anni a sostenere il ritmo dei pellegrinaggi a cui ho partecipato come volontaria, tanto da chiedermi se ce la farei ancora.

La mia risposta è SI perché ho visto anche la luce risplendere negli occhi delle infermiere e dei brancardiers, i loro sorrisi, l’amore che traboccava da ogni loro gesto, ho visto la gioia, la serenità, la speranza e la luce risplendere negli occhi degli ammalati.

Gioia, serenità, speranza e luce che vedevo negli ammalati che hanno partecipato anche ai pellegrinaggi della nostra Diocesi e che vorrei con tutto il cuore vedere ancora affiorare sui loro volti.

A chi avrà avuto la voglia di leggere questo mio scritto lascio infine questo messaggio che spero sia anche trapelato dalle mie parole: possiamo mettere in pratica non solo a Lourdes ma ogni giorno della nostra vita l’amore verso il prossimo. Perciò mettete tutto il vostro amore in ogni gesto, in ogni vostra parola, in ogni sorriso perché non c’è cosa più bella della luce che vedrete brillare negli occhi di chi lo ha ricevuto.

 

Patrizia


Riposi in Pace

 Il Consiglio Parrocchiale di Canobbio piange la scomparsa di

Giuseppe Gianinazzi

Per lunghissimi anni Sagrestano e organista della nostra Chiesa Parrocchiale

di lui serberemo il più grato ricordo.

Siamo vicini con il pensiero e la preghiera ai figli e a tutti i famigliari.



siamo anche su Facebook


catt.ch - portale cattolico svizzero